giovedì 17 gennaio 2008

la forza dell'attualità


....l'attualità ha una forza davvero prepotente! Tu te ne stai lì tranquillo e lei è li pronta a scardinare il placido e monotono scorrere del tuo pensiero così come sono placide e monotone queste grigie giornate di mezzo inverno... ecco allora il susseguirsi delle notizie sul Papa che poveretto non riesce a intervenire all'università!..e quanta solidarietà attorno a lui da parte di tutti - atei compresi -!!?? ...personalmente l'avrei lasciato parlare - sono sempre curioso dell'opinione dell'altro ( per poi magari criticare... non è questo il bello del confronto? ) - e poi anche se avesse parlato non credo che il suo discorso avrebbe avuto più risonanza di quella che ha avuto tacendo....risultato? il solito casino mediatico sul nulla!
Il Papa e la chiesa - e molti altri - invece di domandarsi delle cause di così poco "simpatia" nei loro confronti si limiteranno a puntare il dito contro l'intolleranza, la paura del dialogo di alcuni( qualcuno ha addirittura parlato di censura!...ma togliere un microfono a chi ne ha a disposizione altri cento si può davvero definire "censura"?), spostando l'obiettivo - come spesso accade - dalla "luna al dito che la indica"

Clericali contro gli anticlericali, atei moderati contro gli atei puri, credenti progressisti contro credenti conservatori...un gran "guazzabuglio medioevale" che a mio avviso non porta a nulla!


Poi c'è la Questione Mastella!E' davvero sbalorditivo come tutta la classe politica sia compatta in certi momenti! Possibile che a nessun esponente politico possa venire il dubbio che a volte - ipotesi remota - qualche loro collega possa essersi macchiato di qualche colpa?
Certo può anche essere che formalmente ci siano stati dei difetti di procedura - ma santo cielo - guardiamo alla sostanza, ogni tanto, e diamoci una calmata tutti quanti!
No, tutti schierati contro la magistratura!

Vi siete accorti che quando esce fuori una notizia o un intercettazione si fa un gran casino sulla "forma" e che il contenuto di quell'indagine passa in secondo piano: "ti ho beccato con le mani nel sacco!" si vabbè! ma che maniere... prima di dirlo al padrone del sacco ( tutti noi) parlane con me, senno' non vale!

Sentito Casini mentre sbraitava contro quei magistrati che vanno in tivi a difendersi !!! Perché loro dove vanno? I Dell'Utri, i Previti dove sono andati a perorare la loro causa con la possibilità di convincere tantissime persone della loro innocenza delegittimando così la magistratura...
Sono pienamente d'accordo con lo scrittore Tabucchi quando dice che i politici devono stare in parlamento - quello è il loro posto di lavoro dove devono timbrare il cartellino - e non sempre in televisione a fare salotto! -... ma questa è un'altra storia.
La cosa, ribadisco, che mi ha meravigliato (nauseato? irritato? ecc.ecc. ) davvero, non è stato il discorso accorato e le dimissioni - più che doverose - del ministro ma la standing ovation di tutta l'aula parlamentare...l'ho trovata personalmente avvilente e vergognosa!
Non era meglio un rispettoso silenzio in attesa di Giudizio!
Va bene la solidarietà verso chi è innocente... ma se è colpevole?
O si sa già che qualcuno è innocente "a prescindere" come direbbe Toto!?



"Tutti gli animali sono uguali, ma alcuni sono più uguali degli altri".
La fattoria degli animali , George Orwell

4 commenti:

Mauro ha detto...

Ciao Stefano, sono nuovo del tuo blog e sono, come te, di Rimini. Trovo molto ragionevoli le tue argomentazioni: sulla storia del Papa alla Sapienza dico solo che ha ragione Cacciari, un clamoroso autogol che con grande abilità la chiesa ha saputo sfruttare (aiutata come dici te da tanti "atei devoti") per rovesciare la fritatta.
Per la questione Mastella bisogna dire che la reazione compatta deriva dal fatto che, probabilmente, non si percepisce neppure più l'illegalità di certi comportamenti (oggi come agli inizi di tangentopoli)

Ciao

Stefano Mina ha detto...

Ciao Mauro. La tua visita mi fa davvero piacere...un blog ha senso se c'è scambio di opinioni...spero ci saranno nuove occasioni per dialogare...naturalmente mi trovi d'accordo con quello che hai scritto: l'impressione è che in questo nostro paese qualcuno cerchi continuamente di erigere steccati focalizzando così l'attenzione dell'opinione pubblica proprio sulle differenze invece di coinvolgere tutti nel tentativo di risolvere i problemi nostrani - che non ci mancano -.

Anonimo ha detto...

La politica deve difendersi, e che diamine. L'intrallazzo, la sposorizzazione, la sistemazione di tizio e caio, Sono il nostro sistema di governo, perchè sorprenderci.
Ma si, indignamoci pure, tanto voteremo a sinistra, al centro, a destra!!!!!!!!!!! W il qualunquismo. W il mastellismo. W marcks, W lienin, W mao ze tung. E mia sorella, gran porca pure quella.

Stefano Mina ha detto...

anonimi vi prego lasciate i vostri commenti da un'altra parte: ce ne sono tantissimi altri di blog dove lasciare una traccia - non sarò sempre così educato da rispondere a tutti!

...Vedi, io sono nato ingenuo e oramai non c'è più niente da fare - continuerò a sorprendermi e ad indignarmi e ad incazzarmi e non mi arrenderò facilmente ai qualunquismi e agli atteggiamenti
inutilmente contro tutto e tutti...
Certo sarebbe bello superare il concetto di centro di destra di sinistra ma credo che occorrerebbe una grande maturità che ancora non possediamo - come popolo -. Ciao