lunedì 29 settembre 2008

una splendida giornata



Questa mattina ero solo e la giornata era splendida. Non era splendida perché ero solo, era splendida perché ogni tanto le giornate decidono di esserlo. Fabio registrava un pezzo al computer , Luca smaltiva i postumi della domenica seduto in un aula del liceo e Cinzia si baloccava con una decina di marmocchi nel nido in cui si guadagna la pagnotta... e io, dopo un buon caffè da Sauro, sono andato a fare due passi sulla spiaggia oramai liberata da tutte quelle creature dalla pelle cangiante chiamate volgarmente turisti. Il mare era lucidato a nuovo e l'aria salmastra si insinuava fredda nei polmoni, solleticandomi le narici. Camminavo sulla battigia e delle piccole onde accarezzavano i miei passi. La mia, comunque non era una passeggiata senza scopo... avevo deciso di cercare un legno, uno di quei tronchi abbandonati dal mare e poi gettati a casaccio sulla riva, per portarlo a quel fetente del mio gatto che a forza di farsi lo "zampicure" sulle poltrone di casa, aveva già distrutto la poang targata ikea e da qualche giorno si stava dedicando con grande solerzia al ben più pregiato trepposti molteni... perciò prima di avere la tentazione di regalarlo - il felino non il divano - a qualche vicentino di antiche abitudini culinarie, dovevo trovare qualcosa che sostituisse gran parte dell'arredo di casa, sperando fosse di suo gradimento. Dopo aver percorso un paio di chilometri sono tornato indietro con un paio di trofei. Uno pareva una murena lunga ottanta cm circa e l'altro una sorta di mandibola lignea. Giunto a casa, dopo averli puliti li ho stesi sul terrazzo ad asciugare al sole. Ciccio, che non sopporta gli intrusi, vi si è avvicinato con fare piuttosto guardingo (si stava cagando sotto) con l'arco della schiena piuttosto pronunciato e una coda gonfia come un piumino da spolvero, ha annusato e poi se n'è andato per nulla entusiasta. Sono convinto che domani andrà meglio e riuscirà a stabilire un contatto con le presenze aliene. Glielo auguro. Intanto ho memorizzato nella rubrica del telefono il numero della trattoria " L'oca bianca" di Vicenza... non si sa mai!

p.s. le cose trasportate dal mare e depositate sulla battigia, qui dalle mie parti vengono raggruppate in un unico nome "almadira". Bel nome esotico vero?
Il primo gruppo musicale di fabio si chiamava proprio così. La loro musica era
impregnata di molteplici sonorità, arabe, greche, irlandesi... a loro piaceva pensare che tutti quei suoni fossero giunti a loro trasportati dal mare.

stefano



20 commenti:

Annalisa ha detto...

Bella, questa giornata arrivata fin qui da me :-)
Grazie

Stefano Mina "un onesto pittore riminese" ha detto...

annalisa, che piacere! la giornata è stata talmente bella che ne ho approfittato anche nel pomeriggio ( vedi foto) ma questa volta in compagnia di Cinzia... ho trovato un altro tronco per il gatto.
p.s. quant'è bella rimini da settembre a maggio, escluse le domeniche... si capisce che non ho nessuna attività collegata al turismo? siamo soltanto una decina, qui in città!
ciao annalisa

stefano

Anonimo ha detto...

....... più due!!!! E anche noi amiamo Rimini quando si svuota e ricomincia a essere nostra .
Bella Rimini, quando la vivi così ... a tu per tu !!!!
Besito*
Lucy

Stefano Mina "un onesto pittore riminese" ha detto...

ciao lucia, forse siamo un po' " egoisti" ma che ci vuoi fare... ognuno di noi è un po' geloso della propria città... e poi quando una località di 150 mila abitanti, con relativo spazio, arriva a triplicare la sua popolazione, beh! un po' di sconvolgimento, c'è! ho letto che solo per il meeting erano previste 800 mila presenze... roba da matti!
stefano

Cristella ha detto...

Aggiungi pure il mio nome al club: sono stata in spiaggia anch'io, questa mattina (ultimo giorno di ferie...). E c'ero stata sabato scorso, con la burrasca. Guarda caso, il mio post di sabato si intitola Non c'è più l'almadìra di una volta".
Per la cronaca: due volte in spiaggia nel giro di tre giorni vuol dire che ho battuto ogni record! Durante l'estate mi sono affacciata una volta sola...

Stefano Mina "un onesto pittore riminese" ha detto...

@cristella
come ho scritto da te sono proprio felice della coincidenza dei nostri due post, anche se il mio voleva essere giocoso (ieri andava così) e il tuo molto più dettagliato e lievemente critico.

Ti ho battuta io questa volta... quest'anno ci sono andato due volte, a fare una nuotata.
ciao
stefano

morena ha detto...

voglio passegiare anch'io su una spiaggia vuota. e cercare almadira (che bel nome. l'avessi saputo prima mi sarei fatta un blog con 'sto nome)

ciao stefano. buona giornata. qui il sole fa finta di esserci

morena ha detto...

dimenticavo:
e tieni giù le mani da Ciccio! :-)

Stefano Mina "un onesto pittore riminese" ha detto...

@morena
se vuoi avere maggiori informazioni riguardo a l'almadira dai un'occhiata qui: http://www.cristella.it/blog/2008/09/27/non-ce-piu-lalmadira-di-una-volta/
Cristella è un'amica esperta in romagnolismi.

anche qua il cielo si sta rannuvolando ma per ora tiene botta.

riguardo a quel pelandrone di ciccio, non stare a preoccuparti la lotta fra lui e me è pari...ce le diamo a vicenda, e poi non vedi quanto gli voglio bene,a quel bastardo,l'ho infilato ovunque...

ciao morena, spero che il sole si impegni maggiormente anche da te

Stefano Mina "un onesto pittore riminese" ha detto...

@morena
scusa ma manca un pezzo del link... è sufficiente che tu scriva:
http://www.cristella.it/blog/2008/09/27/
ciao

Annalisa ha detto...

Almadìra in classe, stamattina. Neanche un essere umano, solo resti trasportati dalla marea notturna :-(

Anonimo ha detto...

Stefano & stefanidi,
avevo postato un bel commento, ma il Dio web se l'è succhiato.
Ora sono svuotato e posto questo.
Penso che sia monumentale essere citati da Faber per una città.



Teresa ha gli occhi secchi
guarda verso il mare
per lei figlia di pirati
penso che sia normale

Teresa parla poco
ha labbra screpolate
mi indica un amore perso
a Rimini d'estate.

Lei dice bruciato in piazza
dalla santa inquisizione
forse perduto a Cuba
nella rivoluzione
o nel porto di New York

nella caccia alle streghe
oppure in nessun posto
ma nessuno le crede.

Coro: Rimini, Rimini

E Colombo la chiama
dalla sua portantina
lei gli toglie le manette ai polsi
gli rimbocca le lenzuola

"Per un triste Re Cattolico - le dice -
ho inventato un regno
e lui lo ha macellato
su di una croce di legno.

E due errori ho commesso
due errori di saggezza
abortire l'America
e poi guardarla con dolcezza

ma voi che siete uomini
sotto il vento e le vele
non regalate terre promesse
a chi non le mantiene ".

Coro: Rimini, Rimini

Ora Teresa è all'Harrys' Bar
guarda verso il mare
per lei figlia di droghieri
penso che sia normale

porta una lametta al collo
è vecchia di cent'anni
di lei ho saputo poco
ma sembra non inganni.

"E un errore ho commesso - dice -
un errore di saggezza
abortire il figlio del bagnino
e poi guardarlo con dolcezza

ma voi che siete a Rimini
tra i gelati e le bandiere
non fate più scommesse
sulla figlia del droghiere".

Didò

Katia ha detto...

Queste sono le giornate che ti rallegrano il cuore...

milvia ha detto...

Che magia, in questa splendida giornata di Stefano...

Milvia

Stefano Mina "un onesto pittore riminese" ha detto...

@annalisa
scusa se rispondo soltanto adesso ma ieri sera mi sono guardato la puntata di santoro sull'immigrazione e poi sono andato a dormire incazzato come una bestia...Ho dovuto fare un po' di training autogeno per riuscire a prendere sonno...ripetendo in continuazione: " non sono tutti così gli italiani, non sono tutti..
e questa mattina dopo essermi alzato alla 4 e trenta per lavoro, ti assicuro che come rifiuto umano non ero male... avrei tanto desiderato una riva su cui adagiarmi

ciao carissima
p.s. scusa ma insegni alle elementari, alle medie o alle superiori?
stefano

Stefano Mina "un onesto pittore riminese" ha detto...

@didò
cacchiarola, anche a me una volta è successo... da allora salvo sempre prima di inviare...
solo che adesso mi hai incuriosito da bestia, chissà cosa avevi scritto!?
non puoi fare così!

Fabrizio era grandissimo, ancora oggi mi manca e non certo perché ha citato rimini in quella sua stupenda canzone ... anche corbucci c'ha fatto un film e sinceramente avrei preferito non l'avesse mai realizzato.

grazie francesco anche per il buonissimo lavoro svolta da massimo
ciao
ste

Stefano Mina "un onesto pittore riminese" ha detto...

@katia
ciao e grazie della visita...passa quando vuoi
stefano

Stefano Mina "un onesto pittore riminese" ha detto...

@ milvia
ciao, queste sono giornate che a volte si offrono generosamente e noi ne approfittiamo!
un abbraccio, soriana
stefano

gea ha detto...

ma l'almadira si imborezza?
:-)

Stefano Mina "un onesto pittore riminese" ha detto...

@ gea
s'imborezza, s'imborezza... basta aver pazienza :-)
ciao
ste